Il mio nome è Simone Rocco, ho 36 anni, sono nato nel 1977 e risiedo da circa sei anni nel Comune di Masserano, il resto della mia vita l’ho trascorsa a Strona, parrocchia dove sono stato battezzato e sono cresciuto.

Nel 1992 terminate le scuole ho incominciato a lavorare in una ditta tessile di Strona, azienda in cui ho lavorato per vent’anni.

Nella mia vita ho sempre coltivato la passione per la storia e le tradizioni locali, essendo originario di Strona ho avuto la fortuna di approfondire la mia conoscenza del Venerabile Don Oreste Fontanella, figura di uomo e sacerdote che mi ha sempre affascinato.

Il mio cammino di discernimento vocazionale è stato piuttosto lungo, anche perché quando ci si mette sulla strada del Signore solo Lui sa dove ci vuole portare, questa ormai è la domanda che da qualche mese tutti mi rivolgono e tutti si aspettato chissà quale risposta!

In tutto il mio cammino non ci sono stati fatti eclatanti, ma tanti piccoli episodi situazioni in cui ho cercato di leggere la volontà del Signore, quello che Lui prepara per ognuno di noi ogni giorno ogni momento. A me piace immaginare la chiamata di Dio come la leggera brezza che sentì il Profeta Elia, senza clamori e rumori ma una chiamata appena sussurrata nel nostro cuore, poi sta ha noi accettare o rifiutare in questo ci lascia completamente liberi.

Certamente nel mio cammino emerge un luogo, una spiritualità, delle Sorelle a cui io devo molto, questo luogo è il Mater Carmeli di Chiavazza, questa è la fonte della mia vocazione lo è stata e lo sarà sempre, la preghiera delle mie Sorelle Carmelitane mi segue sempre e solo loro sanno quanto hanno pregato e pregano per me!

Ed ora eccomi qua “in cammino…”, ma con la certezza che il Signore già mi precede.

In cammino appunto con un grande desiderio che coltivo ogni giorno, ogni ora, in ogni istante, ossia donarmi totalmente a Dio per essere, se Lui vuole, suo sacerdote per sempre.

Per me essere sacerdote significa colui che sta tra la gente, radicato nel suo territorio e sempre pronto ad ascoltare, accogliere, consolare, tutto immerso in una profonda vita di preghiera, essenziale per trovare sempre nuove forze.

Oggi a distanza di un anno dal mio ingresso in seminario, non posso far altro che ringraziare il Signore per tutti i doni che ha messo sulla mia strada, grazie Gesù di avermi chiamato, grazie di questo anno bellissimo vissuto con i fratelli e le sorelle della Comunità Koinonia di Strona, grazie del Tuo grande Amore!

Signore mi metto nelle Tue mani, come un bambino fa con la sua mamma e ti affido il desiderio che porto nel cuore ossia; riuscire in ciò che Tu mi chiedi, cosciente e sereno che nonostante i miei limiti Tu ti vuoi servire anche di me.

Non mi resta che rivolgere un grande invito a tutti i giovani, ma anche a quelli meno giovani: ascoltate il vostro cuore, scrutate la vostra anima, il Signore vi chiama, ha pensato qualche cosa di grande per ognuno di voi, tutti abbiamo una nostra missione, ed è solo nostra, nessuno ci può sostituire, qualunque sia questa missione è solo vostra, pensata e progettata solo per voi, ora sta ha voi accettarla e realizzarla con il Suo aiuto.

Forza e coraggio!!!

Simone Rocco