Sabato 24 e domenica 25 gennaio, si è tenuto nel salone polivalente “Betania” un corso sulla parola di Dio chiamato “Corso Emmaus”.

Durante questo incontro, attraverso alcuni insegnamenti e dinamiche guidati da p. Luca e da alcuni fratelli e sorelle della comunità, è stata ripercorsa la stessa esperienza vissuta dai discepoli di Emmaus, descritta nel capitolo 24 del Vangelo di Luca:

Due discepoli stavano per raggiungere il Villaggio di Emmaus, conversando di quello che era accaduto in quei giorni, ovvero la crocifissione e la morte di Gesù. Mentre parlavano di queste cose, Gesù in persona si presentò in mezzo a loro, ma loro non riconobbero chi fosse,
e Gesù vedendoli tristi e scoraggiati per quanto era accaduto cominciò a spiegare loro, cominciando da Mosè e da tutti i profeti ciò che si riferiva a Lui in tutte le Scritture. Successivamente mentre spezzava il pane e lo benediceva i due discepoli si accorsero
chi fosse colui che era davanti a loro e riconobbero che era Gesù dicendo:  «Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?».
E partirono senz’indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone». Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane”.
Lc 24, 32-35

L’esperienza che avevano vissuto con Gesù aveva cambiato la loro vita, e li aveva fatti passare dalla tristezza alla gioia, la gioia di avere incontrato Gesù risorto e vivo in mezzo a loro.

Attraverso questo corso anche noi abbiamo potuto fare la stessa esperienza dei discepoli di Emmaus, perché ripercorrendo le Scritture dell’Antico e del Nuovo Testamento abbiamo sperimentato la Sua presenza nella Parola.

Davvero come dice il salmo 119: “Lampada per i miei passi è la tua Parola, luce sul mio cammino”.