Queste parole sono una testimonianza di gioia per una famiglia alla quale è stato donato tanto.

Io e mio marito abbiamo desiderato la nascita di Alessia per molto tempo, ma ciò non avveniva, pur avendo consultato diversi medici che ritenevano la gravidanza davvero difficile.

Non ci rendevamo conto che dovevamo solo lasciare entrare Gesù nel nostro cuore in modo che ci donasse così la fede nell’arrivo di Alessia.

Così è stato: il 1° novembre 2010 proprio nella chiesa di Strona abbiamo pregato affinché Cristo ci facesse il dono più grande…
Alla fine dello stesso mese ho scoperto che lei già viveva in me.

Sono stati mesi di gioia ma anche di grande timore quando ci è stato detto che io e Alessia avevamo una malattia che avrebbe potuto farle molto male. Tutti i genitori possono capire che dolore e che senso di solitudine e impotenza provavo.

L’unica cosa che potevamo fare era pregare ed avere fede… chiedevamo che Alessia fosse benedetta. Appena nata ha dovuto sottoporsi a tante visite e tutta la sua famiglia pregava perché tutto andasse per il meglio e poi è arrivata la risposta: lei sta bene… lei è perfetta… lei è stata benedetta.

Per questo motivo lei porterà due nomi nella sua vita: Alessia è il nome che sua madre e suo padre hanno scelto per lei e Benedetta è il nome con cui Cristo l’ha chiamata per tutta la gravidanza e con cui speriamo la chiamerà per tutta la sua vita.

Stefania