Incontro giovani “Il giovane cristiano è libero”

Sabato 23 maggio si è tenuto a Strona l’incontro giovani mensile organizzato dalla Koinonia.

All’inizio dell’incontro dopo alcuni giochi di conoscenza, parlando della chiamata di Matteo, il nostro fratello consacrato Paco ha spiegato la differenza tra libertinaggio e libertà, mettendo in luce come è vissuta la libertà al giorno d’oggi e come può assumere aspetti positivi o negativi nel mondo giovanile.

Spesso nella realtà dei giovani il termine “libertà” significa fare quello che piace e soddisfa se stessi, ma spesso si sperimenta di essere incatenati ai propri desideri e alle proprie passioni.

Solo scegliendo il Bene si può essere liberi davvero, senza guardare ai propri interessi, ma alzando lo sguardo per vedere e ascoltare quello che il Signore ha preparato per noi, proprio come ha fatto Matteo che ha alzato il suo sguardo, e non ha esitato a seguire il Signore:

“Andando via di là, Gesù vide un uomo, seduto al banco delle imposte, chiamato Matteo,
e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.” Matteo 9, 9

Durante un momento di preghiera, riflettendo sulla tematica della libertà, i giovani, per sigillare nel loro cuore il desiderio di essere davvero liberi nel Signore, hanno scritto in un foglietto ciò che in questo tempo li appesantisce e non li rende liberi in diverse situazioni della loro vita e poi hanno gettato questo foglietto nel fuoco, segno dello Spirito Santo che brucia, purifica e fa nuove tutte le cose.

Al termine dell’incontro, invocando lo Spirito Santo i giovani hanno affidato la loro vita al Signore chiedendogli di seguirlo sempre di più nella vera libertà e nella gioia piena.

000_5977000_5980000_5989000_5994000_5995000_5997000_6000000_6003000_6004000_6005000_6006000_6009000_6010000_6012000_6015000_6017000_6020000_6022000_6023000_6024000_6030000_6033000_6034000_6035000_6039000_6046000_6047000_6048000_6051000_6052000_6053000_6056000_6057000_6058000_6059000_6061000_6066000_6068000_6070000_6073000_6077000_6078