Sono Claudia, sposa di Valerio da 31 anni. Ho sempre vissuto il mio matrimonio con Valerio in amore e sintonia, fino a qualche anno fa, quando per questioni economiche ci siamo trovati a dover prendere delle decisioni con visioni diverse. Questo fatto ha creato in noi una discordanza, come se nella perfetta sintonia che creava in noi un’unione bellissima fosse entrata una nota stonata. Mi sembrava impossibile perché non era la prima volta che ci trovavamo ad affrontare delle difficoltà, infatti 19 anni fa abbiamo riconsegnato al Padre nostra figlia Beatrice di 11 anni, eppure questo dolore ci aveva unito sempre di più.

Ora il problema esisteva: in me non sentivo più quel amore saldo che ci aveva accompagnato per tanti anni. Ero disperata e pregavo Gesù e Maria di aiutarmi.
In questa situazione di confusione sentimentale ho conosciuto la Koinonia Giovanni Battista nell’Oasi di Biella a Strona. Qui di colpo il Signore mi ha spalancato gli occhi e attraverso gli insegnamenti della Koinonia (p. Luca, p. Ricardo, p. Alvaro) mi ha detto chiaramente:
“Claudia, il tuo sposo è un dono che Io, il Signore, ho fatto a te: proprio questo sposo con un nome e cognome precisi, scelto da me per te”.

Questo messaggio mi è entrato nella mente, nel corpo, nello spirito e ho capito immediatamente che era la verità, che il Signore aveva parlato al mio cuore e che mi dava la chiave per rinascere come moglie, sposa e amica.

Ora a distanza di un anno e mezzo sento che il Signore ha fatto questo grande miracolo nella nostra coppia, ci sentiamo uniti nel corpo e nello spirito e lo sperimentiamo in ogni istante della nostra giornata. Io sposa per il mio amato e il mio amato è per me, anche perché nel mio amato c’è Gesù vivo ed io sono la sua sposa.

Questo lo posso proclamare con forza perché nel cammino con Cristo so per certo che nel mio fratello che mi sta accanto vive Gesù e che il mio fratello è un mediatore per giungere all’Amore di Dio. E con chi meglio di mio marito, che condivide la mia vita, posso trovare il miglior mediatore?

Ecco, questa rivelazione di Dio attraverso la Koinonia ha riempito il nostro matrimonio di gioia, una gioia che solo il Signore può dare, per questo attraverso la mia testimonianza voglio proclamare la sua vittoria nella mia vita e lodarlo e benedirlo ora e per sempre.

Claudia

Sono Valerio, lo sposo di Claudia e sento la necessità di rendere questa testimonianza per rispondere ad una serie di interrogativi:
Può una coppia felicemente sposata da trent’anni entrare in crisi acuta? Se sì, quale formidabile ostacolo può essersi presentato per destabilizzarla? …e una volta individuato è possibile assorbire il trauma psico-affettivo e ripristinare la situazione precedente? Certo che sì: oggi posso dirlo con assoluta certezza perché io e Claudia abbiamo vissuto questa estrema emergenza, ma l’abbiamo gioiosamente superata.

Grazie a chi, a quale super esperto in materia, a quale terapia psico-socio-famigliare, a quali amici e amiche so tutto io, dobbiamo rendere grazie?
Niente e nessuno di tutto ciò, nonostante i pareri, i consigli, le cure, riusciva a ridare l’equilibrio necessario al nostro rapporto coniugale. Ero disperato perché amavo ancora Claudia, mi sentivo inutile perché non trovavo soluzioni, vivevo ma volevo morire perché il futuro senza Claudia mi era insopportabile: non riuscivo e non potevo accettare che sei anni di fidanzamento e quasi trenta di felice matrimonio, coronati dalla nascita di Beatrice e Riccardo, potessero finire in cenere!
Ah, saperlo allora, come oggi so, che la soluzione era dietro l’angolo, semplice, gratuita, disponibile a tutti, per tutti; purtroppo vivevo ancora nell’ignoranza, nella superbia, nell’orgoglio, accecato dal mio Io che mi impediva di vedere oltre il mio naso.

Fortunatamente però, a mia insaputa, i tempi erano maturi perché Colui che mi ha salvato, e ha salvato la nostra coppia, ha avuto pietà di me, ha preso l’iniziativa e mi ha condotto presso di Lui, a pochi passi da casa mia, in quell’Oasi di Strona una domenica di Pentecoste. E lì mi ha lavato, mi ha trasformato, mi ha sanato con la Sua miracolosa ricetta: effusione di Spirito Santo, e subito ho avvertito nel profondo del mio animo un cambiamento, una sensazione di benessere generale, un senso di liberazione.

Io e Claudia, presente con me alla funzione, ci siamo guardati attoniti, i nostri sguardi si interrogavano, cercavamo parole che non venivano e poi commossi fino alle lacrime ci siamo fortemente abbracciati: la scintilla dell’Amore era risorta in noi grazie alla potenza dello Spirito di Cristo risorto.

Dopo quella meravigliosa “lezione” abbiamo iniziato a frequentare con assiduità la Koinonia Giovanni Battista a Strona, una virtuosa comunità di cristiani guidata da sacerdoti e da laici, il cui scopo primario è di testimoniare la fede in Gesù Cristo risorto, vivo ed operante in ognuno di noi attraverso lo Spirito di risurrezione.

Io e Claudia, grati a Dio della Sua misericordia, ci stiamo impegnando in questo cammino di fede viva nella speranza e nella ferma convinzione che chiunque lo intraprende può soltanto ricevere Grazia e Salvezza, e a tale scopo la nostra dimora è diventata anche una casa di preghiera aperta a tutti coloro che hanno necessità e desiderio di Gesù Cristo.
Alleluia.

Valerio