Festa degli impegni perpetui di Francesco Maria e Mihaela

Durante la giornata di Koinonia del mese di maggio è stato vissuto con grande gioia un grande evento. I consacrati della comunità, Francesco Maria e Mihaela, hanno pronunciato il loro sì definitivo alla chiamata del Signore Gesù, decidendo di seguire gli impegni evangelici (povertà, castità e obbedienza) per tutto il resto della loro vita. 

La celebrazione dei loro impegni perpetui si tenuta domenica 26 maggio durante la celebrazione eucaristica delle ore 10.00 a Strona. Erano presenti il padre generale della Koinonia Giovanni Battista, p. Alvaro Grammatica, il responsabile della Koinonia in Israele, p. Giuseppe De Nardi, il responsabile della Koinonia nel Biellese e parroco p. Luca, il viceparroco p. Mirco, altri sacerdoti della comunità, i membri della Koinonia da diverse Oasi d’Italia e i parrocchiani.
Durante la celebrazione la nostra sorella Janka ha rinnovato per altri tre anni gli impegni evangelici.

Tutta la celebrazione è stata intensa e vivace, animata dai canti preparati dalla Koinonia in collaborazione con la corale di Strona e Veglio.

Potremmo chiederci: perché questo passo così forte ma soprattutto così “controcorrente” nella società e cultura di oggi, dove anche il matrimonio ormai non è più sentito e ricercato come una volta?
Mihaela e Francesco Maria hanno scelto questo tipo di vita, rinunciando al matrimonio, alla propria libertà di autogestirsi la vita e al possesso di propri beni, come è accaduto ai primi discepoli di Gesù. In Mt 4,19-20 leggiamo:

“Gesù disse loro: «Seguitemi, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono.”

L’Amore di Gesù è così bello, così forte e così affascinante, che suscita in alcune persone il desiderio di donarsi a Lui totalmente.
In questi anni, Francesco Maria, Mihaela e Janka hanno riconosciuto una chiamata del Signore ad appartenere ad un corpo specifico nella Chiesa, alla Koinonia Giovanni Battista. Si sono impegnati nella fedeltà alla preghiera e alla Parola di Dio, all’esercizio della carità verso il prossimo e alla disponibilità di essere evangelizzatori, cioè persone che portano la propria testimonianza di vita e dell’incontro personale con il Signore Gesù.

Dopo la celebrazione, nel piazzale adiacente al salone polivalente Betania, abbiamo continuato i festeggiamenti con un buffet, assieme ai parenti e agli amici dei festeggiati.

Foto dell’evento

DSC_999650DSC_999651DSC_999652DSC_999653DSC_999654DSC_999655aDSC_999656DSC_999658aDSC_999659DSC_999660DSC_999663DSC_999664DSC_999665DSC_999666DSC_999667DSC_999668DSC_999670DSC_999671DSC_999671aDSC_999672DSC_999673DSC_999674DSC_999675DSC_999676DSC_999678aDSC_999679DSC_999701DSC_999706DSC_999707DSC_999708DSC_999709DSC_999710DSC_999711DSC_999712DSC_999713DSC_999714DSC_999715DSC_999719DSC_999721DSC_999722DSC_999723DSC_999724DSC_999725DSC_999726DSC_999727DSC_999728DSC_999729DSC_999730DSC_999731DSC_999732DSC_999733DSC_999734DSC_999735DSC_999736DSC_999740DSC_999742DSC_999743DSC_999744DSC_999745DSC_999745bDSC_999748DSC_999749DSC_999750DSC_999751DSC_999753