Loading...
Cenni artistici 2016-11-29T09:26:07+00:00

Il più antico documento che accenni a un edificio sacro intitolato alla Madonna di Strona risale al 1628. Nella seconda metà del XVII secolo gli stronesi iniziarono la ricostruzione della loro chiesa dedicata alla Natività di Maria nella quale si venerava il delicato affresco di scuola valsesiana, raffigurante la Vergine col bambino, denominato “Madonnina di Strona”.

 

Madonnina-StronaLentamente la chiesa, in stile barocco piemontese, prese la sua forma attuale. E’ preceduta da un pinnacolo e un artistico portone introduce all’interno, ove si apre la navata centrale che conduce al presbiterio e all’altare maggiore. A fianco del presbiterio è situata la sacrestia. Ai lati della navata centrale si aprono quattro cappelle, in una delle quali si conserva l’affresco della “Madonnina”.

 

Alcune opere d’arte minori l’abbelliscono. Sulla volta si possono contemplare l’Assunzione della Vergine, la Trinità con la Madonna, San Giuseppe, S. Anna e gli evangelisti, nelle vele le virtù e alcuni dottori della chiesa.

Il campanile risale al 1720.

 

Per ulteriori informazioni sulla chiesa, D. Lebole, Storia della Chiesa Biellese – La Pieve di Cossato, 1982, secondo volume, pp 141-175; sulla parrocchia, E. Rey, Strona, 1971