Gesù guarisce – Tutto è possibile per chi crede!

Domenica 7 febbraio si è tenuto nel salone polivalente Betania l’incontro di preghiera “Gesù guarisce”.  Durante l’incontro p. Luca ha parlato dell’episodio della guarigione del figlio epilettico narrato nel Vangelo di Marco al capitolo 9.

Gli rispose uno della folla: «Maestro, ho portato da te mio figlio, posseduto da uno spirito muto. Quando lo afferra, lo getta al suolo ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti». Egli allora in risposta, disse loro: «O generazione incredula! Fino a quando starò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me». E glielo portarono. Alla vista di Gesù lo spirito scosse con convulsioni il ragazzo ed egli, caduto a terra, si rotolava spumando. Gesù interrogò il padre: «Da quanto tempo gli accade questo?». Ed egli rispose: «Dall’infanzia; anzi, spesso lo ha buttato persino nel fuoco e nell’acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci». Gesù gli disse: «Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede». Il padre del fanciullo rispose ad alta voce: «Credo, aiutami nella mia incredulità». Allora Gesù, vedendo accorrere la folla, minacciò lo spirito immondo dicendo: «Spirito muto e sordo, io te l’ordino, esci da lui e non vi rientrare più». E gridando e scuotendolo fortemente, se ne uscì. E il fanciullo diventò come morto, sicché molti dicevano: «È morto». Ma Gesù, presolo per mano, lo sollevò ed egli si alzò in piedi.
Entrò poi in una casa e i discepoli gli chiesero in privato: «Perché noi non abbiamo potuto scacciarlo?». Ed egli disse loro: «Questa specie di demòni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera». Marco 9, 15-29

Il nostro Dio è il Dio dell’impossibile, Colui che vuole entrare nelle nostre situazioni di difficoltà e malattia come Colui che ha autorità, Colui che può tutto perché ha sconfitto definitivamente il peccato e la morte, morendo e risorgendo per noi.

Cosa può ostacolare la Sua potenza? La nostra incredulità. Di fronte infatti al padre del fanciullo che sfinito e addolorato cerca di aggrapparsi all’intervento del Signore, Gesù risponde: «Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede». Ecco la certezza sulla quale dobbiamo fondare la nostra fede per vincere le nostre battaglie, credere al Suo intervento nella situazione concreta che dobbiamo affrontare, proclamando che nulla è impossibile a Lui e pregando con forza e perseveranza.

Spesso infatti di fronte ai nostri problemi ci comportiamo come i discepoli che non riescono a scacciare lo spirito muto e diciamo: “Ormai sono tanti anni che vivo in questa malattia… in questi debiti… non riesco a superare queste difficoltà…”.
Ecco la soluzione proposta dal Signore per la sconfitta dei Suoi discepoli: la preghiera!

È questa l’arma che Gesù mette nelle nostre mani affinché in ogni problema possiamo bussare alla porta del Suo cuore, per ricevere da Lui quello di cui abbiamo bisogno.

Al termine dell’insegnamento abbiamo pregato per le persone che richiedevano un intervento da parte del Signore in un ambito specifico della loro vita, proclamando che Lui è il Signore al quale nulla è impossibile e il Signore che è fedele non ci ha deluso!

Ringraziamo il Signore che ha realizzato pienamente il Suo progetto d’amore e la Sua parola: tutto è possibile per chi crede in Lui!

DSC_7586DSC_7664DSC_7666DSC_7672DSC_7677DSC_7679DSC_7688DSC_7697DSC_7698DSC_7700DSC_7701DSC_7702DSC_7705DSC_7708DSC_7714DSC_7716DSC_7717DSC_7719DSC_7724DSC_7725DSC_7726