La guarigione del cuore

Incontro di “Gesù guarisce”

Domenica 18 febbraio durante la Prima Domenica di Quaresima si è tenuto nel salone Betania l’incontro di preghiera “Gesù guarisce”.

La Quaresima è un tempo favorevole per ricordarci che Dio è accanto a noi e che per la Sua grazia possiamo raggiungere la salvezza. Per questo durante l’incontro padre Luca ha parlato della guarigione del cuore.

Gesù, come ci ricorda il Vangelo di Matteo al capitolo quarto, viene tentato e risponde alla tentazione citando le Sacre Scritture. Questa è la sua arma più grande, accompagnata dal digiuno. Lo Spirito Santo attraverso la Parola di Dio gli dà la forza per vincere la tentazione.

Gesù ci mostra una soluzione per vincere i nostri problemi.
Nella nostra mentalità tendiamo a dividere ciò che appartiene al corpo da ciò che è spirituale, ma Gesù è venuto a guarire tutta la nostra vita. Per Lui ciò che è più importante è il nostro cuore, Lui è venuto per salvarci totalmente. Molte volte una malattia fisica ha la sua radice nel cuore, per questo la guarigione che desidera Gesù per noi è totale, non solo fisica, ma una guarigione che parte dal profondo del nostro cuore.
Nel Vangelo di Matteo al capitolo 6, versetto 21, Gesù dice:

“Dove è il tuo tesoro lì sarà anche il tuo cuore”.

Tutto ciò che per noi è più importante ha sede nel nostro cuore.
Gesù oggi ci chiede: dove è il tuo cuore? A lui interessa il nostro cuore… Come sono i tuoi pensieri? Come sono i tuoi sentimenti? Come sono le tue parole?
Il peccato, che si manifesta attraverso i nostri pensieri, le nostre parole e i nostri atteggiamenti è una realtà dentro di noi, ma che Gesù è venuto a guarire.

Il Vangelo di Giovanni al capitolo 16, versetto 13 dice:

“Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future”.

Gesù vuole liberarci per questo il nostro deve essere un atteggiamento di attesa e di fiducia nei suoi confronti: è all’opera quando anche noi ci muoviamo; si muove con chi si muove! Il Signore Gesù desidera che si muova il nostro cuore.

Cosa dobbiamo fare? Sicuramente tagliare tutto ciò che è in contrasto con Lui, dalle nostre catene, dipendenze, vizi… perché il nostro cuore sia libero davvero. Invochiamo il Signore nella nostra vita con le parole del salmo: Signore vieni presto in mio aiuto!
Io devo fare il primo passo verso di Lui per ottenere la guarigione, ripetendo le parole del Salmo 51, 19:

“Un cuore contrito è affranto tu o Dio non disprezzi”.

Il mio male può essere guarito da Dio ripete il Salmo 51:

“Crea in me o Dio in cuore puro”!

Dio può creare una cosa nuova: Dio crea un cuore nuovo in me, un cuore puro. Dio conosce il nostro cuore afferma il Salmo 139:

“Signore, tu mi scruti e mi conosci, tu sai quando seggo e quando mi alzo. Penetri da lontano i miei pensieri, mi scruti quando cammino e quando riposo.”

Durante le preghiera finale abbiamo deciso un passo da compiere nel tempo della Quaresima per essere liberi e vivere la Pasqua rinnovati nella Sua salvezza e nel Suo perdono:

“Quanto è grande la misericordia del Signore, il suo perdono per quanti si convertono a lui!” (Siracide 17, 24).

Foto dell’evento

DSC_6178DSC_6181DSC_6184DSC_6186DSC_6185DSC_6188DSC_6187